Settimana SantaSettimana Santa

Descrizione

I riti della Settimana Santa a Militello hanno una tradizione secolare ancora oggi caratterizzati da una grande partecipazione popolare. Il prologo può definirsi quello costituito dalla processione dell’ Ecce Homo, che si svolge nel giorno del Mercoledì Santo, allorché la secentesca statua in legno e canapa del Cristo legato a un ceppo (ospitata durante l’anno nella chiesa di Santa Maria della Stella) viene accompagnata, dopo il tramonto, per le vie meridionali della città, con fermate prestabilite nelle quali viene eseguito il tipico canto del “Popule meus”. Alla processione del “Cristo alla colonna” segue l’indomani la veglia del Cristo morto, una pratica devozionale che a molti osservatori può apparire insolita, dato che ancora la crocifissione non è ancora formalmente avvenuta. Così il militellese, per così dire, anticipa gli eventi, raccogliendosi in preghiera presso il corpo del Messia nella notte che precede la sua reale dipartita da questa terra. Il Venerdì Santo costituisce il culmine dei riti della Passione, curati dall’Arciconfraternita del SS. Crocifisso al Calvario. Si comincia in mattinata con la Via Crucis vivente, che prende il via dalla piazza antistante il sagrato della Chiesa Madre per concludersi nel piazzale della chiesa del Calvario, dove i figuranti lasciano il posto all’antichissima statua snodabile del Cristo, che viene issata lentamente, virtualmente sorretta da due lunghe fasce di tela bianche e infine fissata da tre chiodi in argento dorato che trafiggono le braccia e i piedi, sulla grande croce esposta nel portico della chiesa, mentre sotto di essa trovano posto le effigi della Madonna Addolorata, di S. Giovanni Apostolo e della Maddalena. Nel tardo pomeriggio avviene il rito della deposizione. Il corpo del Cristo è adesso completato da una corona di spine, posta sulla fronte, e da un diadema sul costato, composto di pietre preziose, mentre una raggiera dorata ne cinge il capo. Esso viene deposto su un’artistica lettiga impreziosita da un corredo magistralmente ricamato, sovrastata da un baldacchino, e portato mestamente per le strade cittadine, dove si ripetono le pause dedicate all’esecuzione del “Popule meus”, fra le quali la più sentita è quella che si svolge in contrada “Firrera”. Dopo un lungo percorso, a notte fonda, tutti si ritrovano all’interno della chiesa Madre per la sepoltura del Cristo in un sarcofago appositamente predisposto. Mette conto, segnalare, infine, che la domenica di Pasqua, è prevista l’esposizione della statua del Cristo Risorto da parte dei fedeli della chiesa di S. Benedetto Abate.

La FestaSan Benedetto Abate

Giorno della Festa: 11 Luglio

Link al sito della parrocchia: Parrocchia di S. Benedetto Abate

La FestaSantissimo Salvatore

Giorno della Festa: 18 Agosto

Link al sito della parrocchia: Parrocchia Matrice S. Nicolò – SS. Salvatore

La FestaMadonna della Stella

Giorno della Festa: 8 Settembre

Link al sito della parrocchia: Parrocchia S. Maria Della Stella

X