ItinerariItinerari

Itinerario artistico-monumentale

Di incerta origine, Militello esisteva già prima dell’anno Mille. Il nucleo abitato si sviluppava attorno ad una piccola fortezza che dall’alto dominava le vallate di San Vito e Santa Barbara.
Agli inizi del XIV secolo il castello veniva ampliato e attorno alla città si realizzava una cinta muraria. Da allora Militello rimase sempre città feudale. Fino alla metà del ‘500 appartenne ai Barresi, dopo ai Branciforte, che nel primo ‘600 la trasformarono in una “piccola capitale”, arricchendola di opere pubbliche e di edifici sacri.

Gravemente danneggiata dal terremoto del 1693, la città si espanse più a nord-ovest, restando perfettamente integrata con gli antichi quartieri medievali. Nel 2002, per il suo straordinario tardo-barocco, Militello è stata inclusa dall’Unesco fra le città Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Durata itinerario: 1 giorno

  • Chiesa e Monastero di S. Benedetto Abate (sec. XVII).
  • Via Umberto e i suoi palazzi.
  • Chiesa Madre “S. Nicolò – SS. Salvatore” (sec. XVIII) – monumento UNESCO.
  • Museo “S. Nicolò” (ingresso: €1.50 per i gruppi).
  • Chiesa (Oratorio) della “Madonna della Catena” (sec. XVI).
  • Piazza Vittorio Emanuele con l’Edicola dedicata alla “Madonna della Catena” (sec. XV).
  • Chiesa Santuario della “Madonna della Stella” (sec. XVIII) – monumento UNESCO.
  • Tesoro Mariano (offerta libera).
  • Pausa Pranzo
  • Chiesa di Santa Maria della Stella “la Vetere” (secc. XI-XVII).
  • Quartiere medievale i suoi palazzi e le sue chiese.
  • Via S. Giovanni, il monastero e la chiesa omonima. (sec. XV).
  • Via dell’Angelo e la chiesa (oratorio) omonima (sec. XVII).
  • Via Porta della Terra i suoi palazzi e le sue chiese.
  • Castello “Barresi-Branciforte” (sec. XII-XVIII).
  • Fontana della Ninfa Zizza (sec. XVII).
  • Via del Purgatorio.
  • Chiesa (oratorio)delle “Anime sante del Purgatorio” (sec. XVII).

 

Shopping (prodotti artigianali ed enogastronomici).

Allora Arrivederci…….a Militello.
X